image_pdfimage_print

Il costo dell’apertura dell’Associazione è variabile a seconda della tipologia (riconosciuta o no) e dall’atto di costituzione (privato/pubblico).

Vediamo in sintesi quanto può costare l’avvio di una Associazione. 

Per la costituzione di una Associazione occorre seguire un ITER burocratico senza del quale si può incorrere in sanzioni o mancato riconoscimento di particolari regimi di favore. Abbiamo esaminato come costituire una Associazione in 8 passi in questo articolo.

Quanto costa aprire un’associazione dipende da numerosi fattori, i più importanti dei quali li riepiloghiamo qui:

  1. Scelta della tipologia dell’Associazione: riconosciuta o non riconosciuta;
  2. Scelta dell’atto con cui costituire l’Associazione: atto pubblico o scrittura privata autenticata.

Scelta della tipologia di associazione da costituire

Abbiamo parlato già approfonditamente della differenza tra le associazioni riconosciute dalle non riconosciute nelle nostre guide. Se desiderate saperne di più leggete questo articolo che abbiamo scritto.

Il riconoscimento della personalità giuridica dà diritto ad una separazione tra l’ente e le persone che lo compongono. In questo modo si identifica cioè una piena autonomia dell’ente nell’assunzione delle obbligazioni verso i terzi. L’iter di riconoscimento ovviamente deve seguire un particolare iter e prevede dei requisiti da rispettare (qui un articolo).

L’associazione non riconosciuta invece comporta un’autonomia patrimoniale imperfetta ovvero non c’è separazione fra patrimonio dell’associazione da quello dei soci, o meglio degli amministratori.

Costi per la creazione di una Associazione non riconosciuta

L’associazione non riconosciuta può essere costituita con atto privato, ovvero mediante la registrazione dell’atto costitutivo e dello statuto presso gli Uffici dell’Agenzia delle entrate.

Detta registrazione serve per opponibilità ai terzi, ovvero per dare evidenza dell’esistenza dell’associazione in una certa data. Non occorre in questo caso l’atto pubblico (in genere il Notaio).

Quanto costa costituire l’associazione non riconosciuta

Costo di registrazione di Atto Costitutivo e Statuto: Euro 200 (misura fissa)
Marca da bollo: Euro 16 ogni 4 pagine o 100 righe

L’agenzia delle Entrate vi chiederà di pagare separatamente Atto costitutivo e statuto. Pertanto dovrete apporre più marche da bollo anche se atto costitutivo e statuto insieme sono ricompresi entro le 4 pagine. Gli atti da sottoporre a registrazione sono minimo 2.

Un esempio pratico:
Atto costitutivo: 2 pagine = una marca da bollo da 16 Euro;
Statuto di 6 pagine = 2 marche da bollo da 16 Euro;
Tassa fissa di registrazione = 200Euro.

Essendo due gli atti da registrare, dovremmo raddoppiare il costo delle marche da bollo. Quindi:

  • 6 marche da bollo da 16 euro;
  • 200Euro costo di registrazione;

in totale per costituire l’associazione avremmo speso 296 Euro.

Quanto costa costituire l’associazione non riconosciuta

L’associazione riconosciuta, come anticipato, deve essere costituita attraverso atto pubblico, ovvero attraverso il NOTAIO o Segretario comunale.

Ai costi citati in precedenza si dovrà pertanto aggiungere i costi per l’onorario del Notaio che varia in base al patrimonio apportato all’atto di costituzione dell’associazione e qualora dovessero essere previste particolari relazioni. L’onorario medio può essere di circa 800 Euro.


asso360-banner-1

Puoi utilizzare la demo gratuita per un periodo illimitato ed attivare l’abbonamento quando lo riterrai opportuno.