I compensi per ASD si possono pagare in contanti?

/, Il Blog, News/I compensi per ASD si possono pagare in contanti?

I compensi per ASD si possono pagare in contanti?

Dal 1° luglio vietato pagare Stipendi in contanti,  cosa accade ai compensi sportivi?

Vediamo in questo post cosa accade ai compensi sportivi alla luce della nuova disposizione che prevede il pagamento degli stipendi attraverso strumenti tracciabili.

Legge di Bilancio 2018, comma 910 “Divieto di pagamento per contanti delle retribuzioni”

La Legge di Bilancio 2018 (L. 205 del 27/12/2018) ha previsto una importante innovazione per contrastare il lavoro nero. Le Legge infatti prevede il divieto, a far data dal 1 luglio 2018, del pagamento per contanti delle retribuzioni dei dipendenti e “collaboratori”.

Vediamo di che cosa si tratta prima di entrare nello specifico delle implicazioni che riguardano i compensi delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche.

Chi riguarda questo divieto?

Il divieto riguarda i datori di lavoro o committenti che corrispondono ai lavoratori una retribuzione.

Che tipo di Rapporto di lavoro è oggetto di questo divieto?

Per rapporto di lavoro, ai fini del comma 910, si intende ogni rapporto di lavoro subordinato di cui all’articolo 2094 del codice civile, indipendentemente da:

  • modalità di svolgimento della prestazione;
  • dalla durata del rapporto;
  • dal tipo di rapporto di lavoro originato da contratti di collaborazione coordinata e continuativa;
  • dai contratti di lavoro instaurati in qualsiasi forma dalle cooperative con i propri soci ai sensi della legge 3 aprile 2001, n. 142.

La firma apposta dal lavoratore sulla busta paga non costituisce prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione.

Quale metodo di pagamento è ammesso?

a) bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore;
b) strumenti di pagamento elettronico;
c) pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento;
d) emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, a un suo delegato.

L’impedimento s’intende comprovato quando il delegato a ricevere il pagamento e’ il coniuge, il convivente o un familiare, in linea retta o collaterale, del lavoratore, purché di eta’ non inferiore a sedici anni.

Con i compensi sportivi come ci dobbiamo comportare?

I Compensi Sportivi sono Redditi Diversi previsti, quale agevolazione, nel Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR) all’art. 67 lettera m). Detti Compensi, indennità e premi, fino al concorrimento dei 10.000Euro annui non concorrono alla formazione del Reddito del percipiente così come stabilito dall’art. 69 TUIR.

Abbiamo parlato varie volte nel Blog e nelle guide di Asso360 dei requisiti soggettivi e oggettivi per poter erogare tali compensi, ad esempio in questo articolo . Se volete invece conoscere come giustificare un compenso sportivo (ricevuta) andate a questo articolo.

 

I compensi sportivi si potranno pagare in contanti dopo il 1° luglio 2018?

Questa domanda ci è stata posta più volte nelle ultime settimane e la risposta solleva alcuni dubbi ed incertezze, soprattutto con riguardo la Legge di Bilancio 2018 e la pronuncia, mai arrivata, da parte del CONI. (In questo articolo abbiamo trattato le novità sulle COCOCO Sportive).

La Legge di Bilancio ha stabilito che i compensi sono CO.CO.CO.

In breve vi ricordiamo che, La Legge di stabilità 2018 (L. 205/2017) ha stabilito ai commi 358-360 che le collaborazioni rese per fini istituzionali da Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche costituiscono oggetto di contratti di collaborazione coordinata e continuativa (Co.Co.Co.). (vai all’articolo).

La palla passa al CONI per stabilire l’elenco delle prestazioni che costituiscono CO.CO.CO.

Il comma 358 della Legge di bilancio aveva stabilito che ad esprimersi sulla questione dovrebbe essere il CONI, tuttavia siamo in attesa dall’inizio dell’anno di una Giunta chiarificatrice.

La posizione del CONI, infatti, è molto importante per l’impatto economico di un tale adempimento (LUL, Comunicazione al Centro Impiego, ecc.) ed un impatto di responsabilità e sistema sanzionatorio collegato a omesse comunicazioni, lavoro nero, ecc..

Possiamo pagare per contanti?

La legge di Bilancio ha stabilito che tali compensi delle Associazioni e Società sportive sono ricomprese nelle cosiddette Collaborazioni, pertanto, al pari dei più comuni CO.CO.CO., la legge impone dal 1 luglio il pagamento dei compensi con strumenti tracciabili. Quindi non si potrà più pagare per contanti. 

Questo ovviamente fino a prova contraria, ovvero fino a quando non vi saranno nuove e diverse indicazioni in merito.


Alcuni articoli che potrebbero interessarti:


[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

asso360-banner-1

Puoi utilizzare la demo gratuita per un periodo illimitato ed attivare l’abbonamento quando lo riterrai opportuno.

image_pdfVisualizza l'articolo in PDFimage_printVisualizza l'anteprima di stampa

Informazioni sull'Autore:

Commenta l'articolo