Condono fiscale per Associazioni e Società Sportive.

///Condono fiscale per Associazioni e Società Sportive.

Condono fiscale per Associazioni e Società Sportive.

By | 2018-10-19T10:00:04+00:00 19 ottobre 2018|Sanzioni nelle Associazioni|0 Commenti

Il Governo ha varato nella bozza del Decreto Fiscale (prossima legge di Bilancio) un condono fiscale per associazioni e società sportive per le liti e imposte non pagate.

La pace fiscale per ASD e SSD era stata anticipata in realtà dal Ministro per lo Sport Giorgetti nella sua esposizione in Commissione Senato di qualche settimana fa, quindi pensare ad “una manina” ovvero a qualcuno che avrebbe inserito tale previsione all’insaputa sembra strano.

La Pace fiscale agevola i furbetti?

Sarà pure vero che tra coloro che sono stati soggetto di sanzione e di lite fiscale vi saranno anche ignari Presidenti di Associazioni che rischiano con il loro patrimonio per colpa dell’Associazione, tuttavia è una disparità di trattamento per tutti coloro che le imposte l’hanno pagate correttamente.

Potete pensarla come volete, ma la pace fiscale per le nostre associazioni e società sportive crea una disparità con i “buoni pagatori”.

In cosa consiste la pace fiscale per le Associazioni e Società Sportive?

La sanatoria delle imposte dovute da ASD e SSD prevede la regolarizzazione dell’Ires e Irap degli anni.

Come “sanare” i debiti dell’associazione con l’Agenzia delle Entrate?

La bozza prevede 3 modalità per sanare i debiti non accertati o oggetto di lite:

  • Per le dichiarazioni dei redditi, si sana la posizione con un contributo volontario del 25% dell’imponibile dichiarato;
  • Nel caso di dichiarazioni negative, con il versamento di 800 euro per l’Ires e 500 per Irap;
  • Nel caso di inesistenza della dichiarazione il versamento è doppio rispetto il caso precedenete, ovvero 1.600 e 1.000 Euro.

La sanatoria coprirebbe dal reato tributario e toglie l’associazione ed i suoi rappresentanti da ogni richiesta futura degli accertatori.

E per le imposte oggetto di accertamento?

Super sconto anche per queste:

– si paga il 50% delle maggiori imposte accertate;

il 5% delle sanzioni/interessi comminati.

E per le liti pendenti?

Super sconti anche in questo caso. Il Decreto, che vale la pena ricordarlo non è ancora stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale – quindi non gridate ancora vittoria! – gli sconti sono dal 50% se il contribuente ha vinto il 1° grado, sconto dell’80% per chi ha vinto il 2°grado.

Fino a quale limite potrà valere la “pace”?

Il decreto definisce un limite al valore delle liti che è quello dei 30.000Euro. Tale limite consentito per la pace è calcolato in base ai seguenti requisiti:

– Tipo di imposta (es. Ires, Irap, ecc.) accertata/contestata < 30.000Euro;

– Ammontare Imposte di 1 anno accertata/contestata < 30.000Euro;

 

Potresti essere interessato anche a…

Il Decreto Dignità cancella le regole per collaborazioni Sportive

Fattura elettronica: obbligo anche per le Associazioni


[/fusion_builder_column]

asso360-banner-1

Puoi utilizzare la demo gratuita per un periodo illimitato ed attivare l’abbonamento quando lo riterrai opportuno.

 

 

[/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

image_pdfVisualizza l'articolo in PDFimage_printVisualizza l'anteprima di stampa

Informazioni sull'Autore:

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.