Nel 2010 la Guardia di Finanza con il “Progetto Ercole” ha svolto un’iniziativa di indagine su 62 ASD,  solo 5 quelle in regola, mentre 7 sono stati i casi di evasione totale.

Nel campione esaminato, i controlli hanno portato alla luce un’evasione da 50 a 70.000 Euro con punte da 100.000.

Nel 2010 la Guardia di Finanza ha messo sotto la lente delle evasioni fiscali anche le società sportive dilettantistiche, con un controllo che ha preso il nome in codice “Progetto Ercole”.

E’ avvenuto in Piemonte con un campione di 62 Società Sportive in cui solo 5 hanno passato indenne il controllo, per le altre si è trattato di sanzioni, in certi casi anche molto pesanti: da 50 a 70.000Euro con punte di 100.000 Euro.

Chi è stato esaminato?

In particolare sono state società sportive, brilla agli occhi ovviamente il mondo delle palestre non sempre trasparenti nei confronti del fisco (non tutte, ovvio!).

Perché cifre così alte?

Quello che sfugge ai più è che il mondo del sociale, sia esso sportivo, culturale, volontariato, ecc., è stato agevolato fortemente dall’ordinamento Italiano. Per le Entrate Istituzionali come le quote sociali o entrate dai soci ad esempio vi è totale detassazione, mentre l’IRES dovuta sui ricavi commerciali è calcolata solo sul 3% degli stessi. Oppure per l’IVA su sponsorizzazioni e pubblicità, le ASD trattengono il 50% dell’Imposta.

Nel caso di mancati adempimenti contabili e fiscali o di una gestione non proprio oculata, l’Amministrazione Finanziaria recupera tutto ciò che si è considerato anche nel passato agevolato, e gli importi possono essere davvero elevati.

Chi paga?

La Responsabilità nelle Associazioni è un fattore sempre molto discusso. Prima di tutto occorre fare una distinzione fra la responsabilità del Presidente o del Direttivo per atti compiuti per conto dell’Associazione e tutti gli atti che comportano invece una responsabilità personale dei Dirigenti.

Infatti, in presenza di  evasione fiscale vi sono nuove soglie in vigore dal 2016 che implicano reati  penali (guarda i 19 profili di evasori).

In caso di Sanzione nelle ASD, qualora non vi sia cioè autonomia patrimoniale, la responsabilità ricadrà certamente sul Legale rappresentante dell’Associazione e su coloro che avranno compiuto azioni in nome e per conto dell’Associazione.

Quali sono gli adempimenti?

Abbiamo parlato molte volte nel Blog di Asso360 come nella sezione “Guide” dei vari adempimenti contabili e fiscali da rispettare: dalla tenuta del Libro Soci, alla contabilità, alla rendicontazione di quote pagate dai propri soci e tesserati. Tuttavia non si può mai standardizzare un caso che sia uguale per tutti, poiché le regole della gestione di una Asd spesso sono diverse da caso a caso e vale in ogni caso la pena controllare nel proprio statuto cosa viene previsto.


asso360-banner-1

Puoi utilizzare la demo gratuita per un periodo illimitato ed attivare l’abbonamento quando lo riterrai opportuno.