Fattura elettronica: obbligo anche per Associazioni Sportive e Enti del Terzo Settore

///Fattura elettronica: obbligo anche per Associazioni Sportive e Enti del Terzo Settore

Fattura elettronica: obbligo anche per Associazioni Sportive e Enti del Terzo Settore

By | 2018-10-11T13:23:45+00:00 10 ottobre 2018|Il Blog, News|2 Commenti

FATTURA ELETTRONICA PER ASSOCIAZIONI SPORTIVE, NON PROFIT E ENTI DEL TERZO SETTORE. OBBLIGATORIA DAL  1° GENNAIO 2019

Dal 1° gennaio 2019 entra in gioco la Fattura elettronica tra privati, cosiddetta fattura B2B, interesserà anche le Associazioni, vediamo cosa comporta questa novità.

In questo articolo ci rivolgiamo, come al solito, ad Associazioni Sportive, Non Profit ed Enti del Terzo Settore, che si troveranno dal prossimo anno (2019) alle prese con la fattura elettronica.

FATTURA ELETTRONICA TRA PRIVATI: COS’E’?

Si tratta di una normale fattura emessa da imprese e privati – Business to Business – che viene tradotta in un codice informatico chiamato “XML”. Vediamo come funziona la fattura B2B tecnicamente in alcuni punti chiave:

  • E’ una fattura tradizionale che un software converte in linguaggio XML secondo un tracciato previsto dall’agenzia delle entrate;
  • La fattura deve essere firmata digitalmente prima di essere inviata;
  • La fattura nel formato XML, firmata digitalmente, deve essere spedita all’Agenzia delle Entrate via email PEC oppure tramite caricamento sul sito dell’amministrazione finanziaria;

Invio automatizzato con il sistema di interscambio (SID)

Vi è infine un altro modo per inviare detta fattura elettronica all’agenzia delle entrate, ovvero il cosiddetto Sistema d’interscambio (SID) dell’Agenzia delle Entrate, è l’infrastruttura dedicata allo scambio di flussi dati con amministrazioni, società, enti e ditte individuali in modalità automatizzata e nel rispetto di uno specifico sistema di regole.

FATTURA ELETTRONICA: come inviarla?

Vi sono 3 modi per inviare la fattura elettronica:

  1. Mediante un software che genera il file XML >> Apporre Firma digitale >> Caricare manualmente il FILE nel sito dell’agenzia delle entrate;
  2. Mediante un software che genera il file XML >> Apporre Firma digitale >> Spedirla Via Mail PEC all’Agenzia delle Entrate;
  3. (Tutto in uno) Mediante un software che genera il file XML,  Appone automaticamente Firma digitale >> spedisce automaticamente all’Agenzia delle Entrate;

FATTURA ELETTRONICA: come ricevere il flusso passivo?

Per la ricezione delle fatture del fornitore (detto ciclo passivo), accade la medesima cosa, ovvero si può:

  1. Scaricare i File dal sito dell’agenzia delle entrate, quindi convertire il file XML con un software;
  2. Mediante ricezione della fattura su email PEC, quindi usare un software per coinvertire i file;
  3. Usare un software che tramite sistema d’interscambio riceve e traduce le fatture elettroniche.

PS: per l’avvio dell’obbligo di fattura elettronica anche Asso360 può essere usato per l’invio/ricezione della fattura elettronica tutto integrato: generazione del File XML, firma digitale, invio al sistema di interscambio.

Le Associazioni con solo Codice Fiscale.

Gli Enti non commerciali dotati di Partita IVA dovranno quindi adeguarsi al disposto della Fatturazione Elettronica tra Privati. Tuttavia anche le Associazioni dotate di solo Codice Fiscale dovranno adempiere a tale obbligo.

Mentre le Associazioni con partita Iva dovranno generare Fattura Elettronica come ogni impresa, quelle con solo Codice Fiscale saranno quindi parificate al consumatore finale, ovvero per queste l’Iva è un costo da sommare al valore del bene o servizio.

Dove reperire le fatture delle Associazioni con solo codice Fiscale

Le fatture elettroniche ricevute dai soggetti privi di Partita Iva (quindi con solo Codice Fiscale) avranno uno spazio nel sito dell’Agenzia delle Entrate dove recuperare dette fatture. Parliamo quindi di Fatture dell’Enel, Telecom, e tutte le altre.

Oppure potranno decidere di avvalersi di un software per vedersi recapitate lì tutte le fatture (anche passive). Vale la pena ricordare che le uscite delle Associazioni in regime agevolato andranno comunque conteggiate nel rendiconto finanziario e pertanto andranno recuperate.

Vuoi conoscere l’offerta Asso360 per la Fattura Elettronica per il Non Profit?

Compila il FORM >

asso360-banner-1

Puoi utilizzare la demo gratuita per un periodo illimitato ed attivare l’abbonamento quando lo riterrai opportuno.

image_pdfVisualizza l'articolo in PDFimage_printVisualizza l'anteprima di stampa

Informazioni sull'Autore:

2 Commenti

  1. CLAUDIO 12 ottobre 2018 at 11:49 - Reply

    Salve, desideravo capire se anche le Associazioni Culturali, come quelle di cui sono Presidente, ovvero senza scopo di lucro e registrate nel regime fiscale Forfetario regolamentato dalla legge 398 del 1991, saranno obbligate ad emettere le Fatture Elettroniche.

    • massimiliano 13 ottobre 2018 at 18:00 - Reply

      Tutte le associazioni con Partita iva dovranno generare fattura elettronica. Quelle senza partiva (solo codice fiscale) comunque riceveranno fatture elettroniche dalle imprese.

Commenta l'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.