Sono stati pubblicati in Gazzetta ufficiale del 18 aprile 2020 gli schemi di bilancio per gli Enti del Terzo Settore. Bilancio per competenza o per cassa, dipende dalle dimensioni dell’ETS.

Schemi contabili a geometria variabile rispetto la dimensione degli Enti del Terzo Settore. Schemi da adottare dal primo esercizio utile dopo la pubblicazione.

La Riforma prevede gli schemi di bilancio: per cassa o per competenza?

Il Codice del Terzo Settore, Decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117, impone agli Enti del Terzo settore, fatte salve le specifiche disposizioni di cui ai commi 3 e 4, l’obbligo di redigere il bilancio di esercizio in due forme diverse a seconda delle dimensioni:

ETS con entrate < 220.000, i documenti di bilancio sono:

  • Rendiconto per cassa

ETS con entrate > 220.000, i documenti di bilancio sono:

  • Conto Economico
  • Stato Patrimoniale;
  • Rendiconto gestionale;
  • Relazione di Missione.

Che cosa si considera nel limite dei 220.000€?

Per gli enti del Terzo settore il limite definito dal Codice del Terzo Settore per l’adozione delle varie forme di contabilità fa riferimento al limite delle Entrate di 200.000 euro/anno. Per calcolare tale limite occorre prendere in considerazione:

  • i ricavi;
  • le rendite;
  • i proventi o entrate comunque denominate.

Per le associazioni che seguiranno la regola “di cassa” (sotto ai 220mila) dovranno essere esclusi, cita la norma, i disinvestimenti. Per disinvestimenti si intende la cessione di immobilizzazioni come ad esempio un’autovettura. Nel caso di disinvestimenti, infatti, questi non verranno conteggiati nel calcolo dei 220mila euro annui.

Come detto tali limiti sono stati definiti dal Codice del terzo settore all’articolo 13 del  DLgs 117/2017.

Tempi per l’entrata in vigore degli schemi di bilancio

Il decreto pubblicato in Gazzetta ufficiale fissa altresì i tempi per l’entrata in vigore – l’adozione – della nuova formula di contabilità valida per tutti gli Enti del terzo settore.

In particolare, stabilisce il decreto, le disposizioni da esso recate si applicano a partire dalla redazione del bilancio relativo al primo esercizio finanziario successivo a quello in corso alla data della pubblicazione (1 gennaio 2021).

Trovate di seguito gli schemi di bilancio da utilizzare per gli Enti del Terzo Settore dal 1 gennaio 2021.

Resta in contatto, ricevi le news sulla Riforma terzo settore

Nome e Cognome*

Mi interessano notizie per...*

Email dove ricevere le novità*

Consenso al trattamento dei dati personali:

SCARICA GLI SCHEMI DI BILANCIO PER ENTI DEL TERZO SETTORE