In occasione dell’approvazione del Bilancio dell’associazione è utile approvare e redigere la Relazione di Missione. Vediamo in questo articolo cos’é e quali sono i contenuti minimi da inserire oltre ad un Fac Simile pronto all’uso.

In occasione dell’approvazione del Bilancio dell’associazione (rendiconto gestionale), vi sono alcuni documenti che sarebbero utili portare all’attenzione dell’assemblea per approvazione. Se volete informazioni o un facsimile sul rendiconto per l’associazione, lo trovate in questo articolo dove ne abbiamo parlato.

Tra i documenti del Bilancio c’è la Relazione di Missione

Uno dei documenti che è opportuno redigere in occasione della presentazione del Bilancio è la Relazione di Missione: un documento che descrive più dettagliatamente l’attività e gli obiettivi dell’attività sociale.

La Relazione di Missione trova un analogo documento nelle società commerciali nella Relazione sulla Gestione, prevista da Codice Civile per alcune tipologie di società. Come elemento di confronto, vi informiamo che la Relazione sulla gestione è prevista per le società commerciali all’articolo 2428 del Codice Civile.

Questi i contenuti minimi della Relazione sulla Gestione dall’articolo 2428 C.C.:

1) le attività di ricerca e di sviluppo; 
2) i rapporti con imprese controllate, collegate, controllanti e imprese sottoposte al controllo di queste ultime; 
3) il numero e il valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti possedute dalla società, anche per tramite di società fiduciaria o per interposta persona, con l’indicazione della parte di capitale corrispondente; 
4) il numero e il valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti acquistate o alienate dalla società, nel corso dell’esercizio, anche per tramite di società fiduciaria o per interposta persona, con l’indicazione della corrispondente parte di capitale, dei corrispettivi e dei motivi degli acquisti e delle alienazioni; 
5) i fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio; 
6) l’evoluzione prevedibile della gestione. 
6-bis) in relazione all’uso da parte della società di strumenti finanziari e se rilevanti per la valutazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico dell’esercizio:
a) gli obitytivi e le politiche della società in materia di gestione del rischio finanziario, compresa la politica di copertura per ciascuna principale categoria di operazioni previste; 
b) l’esposizione della società al rischio di prezzo, al rischio di credito, al rischio di liquidità e al rischio di variazione dei flussi finanziari.

Che cos’è la Relazione di Missione?

La Relazione di missione è il documento che accompagna il bilancio in cui gli Amministratori descrivono le attività svolte nell’esercizio precedente assieme alle prospettive dell’attività sociale. 

Con la Relazione di missione gli Amministratori descrivendo l’attività svolta e le prospettive, con la relazione forniscono ulteriore dettaglio rispetto agli altri documenti di Bilancio, quale ad esempio la Nota Integrativa (se prevista) o la relazione del Collegio Sindacale (se prevista).

Con la Relazione di Missione si fornisce un’adeguata rendicontazione sull’operato dell’ente e sui risultati ottenuti, con una informativa centrata sul perseguimento della missione istituzionale, quindi sulle prospettive che l’associazione ha di perseguire dette finalità.

E’ obbligatoria?

Non ci stancheremo mai di dirlo: è obbligatorio tutto ciò che è previsto dallo Statuto della vostra Associazione!

Quindi per prima cosa guardate il vostro statuto prima di precipitarvi in una qualsiasi decisione.

Infatti, se lo Statuto dell’Associazione dovesse prevedere tale documento sarebbe opportuno redigerlo e portarlo all’attenzione dell’Assemblea dei Soci dell’Associazione in sede di valutazione del Bilancio.

Tuttavia varie relazioni e studi degli Ordini dei Commercialisti ne raccomandano la redazione e l’approvazione della Relazione di Missione oltre agli altri documenti di Bilancio.

La redazione della relazione di Missione è fortemente raccomandata per i casi di ipotetica contestazione della “democraticità della vita Associativa“, ovvero per dimostrare la reale natura dell’ente non profittevole.

A rafforzare tale tesi vi è, per giunta, l’obbligatorietà di tale documento per gli Enti di Terzo Settore e per analogia l’applicazione di detti adempimenti anche per le altre associazioni di altra natura (ad esempio sportive).

Come cambia la Relazione di Missione con la Riforma del Terzo Settore?

L’articolo 13 comma 1) del D.Lgs. 117 del 3 luglio 2017 ha stabilito come obbligatoria la redazione della Relazione di Missione oltre ai consueti documenti di Bilancio che diventa tanto più importante per quelle realtà con contabilità per cassa.

Pertanto diventa importante e si raccomanda a tutte le associazioni di redigere e sottoporre all’Assemblea dei Soci la Relazione di Missione assieme al Rendoconto dell’esercizio.

Di seguito trovate un FAC-SIMILE in formato word pronto all’uso –>

 

 

Articoli che potrebbero esserti utili:

Fac simile bilancio preventivo associazione sportiva dilettantistica

Bilancio e Prima Nota



asso360-banner-1

Puoi utilizzare la demo gratuita per un periodo illimitato ed attivare l’abbonamento quando lo riterrai opportuno.