Sono stati pubblicati in Gazzetta ufficiale del 18 aprile 2020 gli schemi di bilancio per gli Enti del Terzo Settore. Bilancio per competenza o per cassa, dipende dalle dimensioni dell’ETS. 

Schemi contabili a geometria variabile rispetto la dimensione degli Enti del Terzo Settore. Schemi da adottare dal primo esercizio utile dopo la pubblicazione, ovvero dal 1 gennaio 2021.

La Riforma prevede gli schemi di bilancio: per cassa o per competenza?

Il Codice del Terzo Settore, Decreto legislativo 3 luglio 2017 n. 117, impone agli Enti del Terzo settore, fatte salve le specifiche disposizioni di cui ai commi 3 e 4, l’obbligo di redigere il bilancio di esercizio in due forme diverse a seconda delle dimensioni dell’Ente:

ETS con entrate, ricavi e rendite < 220.000, i documenti di bilancio sono:

  • Rendiconto per Cassa (Modello D)

ETS con entrate, ricavi e rendite > 220.000, i documenti di bilancio sono:

  • Stato Patrimoniale (Modello A)
  • Rendiconto Gestionale (Modello B)
  • Relazione di Missione (Modello C)

Di seguito trovate la Guida che offre il quadro normativo che regola i nuovi schemi di bilancio ed alcuni spunti operativi per orientarsi dal 1 gennaio 2021 all’adozione della contabilità più adeguata alle organizzazioni.

⇓ SCARICA LA GUIDA ⇓

    Compila il Form e ricevi la Guida

    Nome*

    Cognome*

    Il tuo numero di telefono*

    Mi interessano notizie per...*

    Email dove ricevere la Guida*

    Consenso al trattamento dei dati personali:

    Accetto tutti i termini e le condizioni contenuti nella Privacy Policy