Nella Legge di Bilancio 2020 era stato introdotto il Bonus Musica. Al via le domande dal 15 marzo 2021 dal sito “dei beni culturali”

Per l’anno 2020, il contributo è riconosciuto per le spese sostenute per la frequenza delle lezioni di musica dei figli minori di 16 anni.

Chi sono i destinatari del contributo?

Ai sensi dell’articolo 1 dell’Avviso Pubblico il contributo è destinato: ai nuclei familiari con indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità, ordinario o corrente, ai sensi dell’articolo 9 del regolamento di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159, non superiore a 30.000 euro, è riconosciuto un contributo per le spese sostenute per la frequenza delle lezioni di musica dei figli minori di anni sedici già iscritti alla data del 23 febbraio 2020 a scuole di musica iscritte nei relativi registri regionali nonché per la frequenza di cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione.

2. Il contributo può essere richiesto per una sola volta da ciascun nucleo familiare ed è riconosciuto a condizione che la spesa sia effettuata con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio
1997, n. 241.
3. I contributi di cui al presente articolo sono riconosciuti nel limite di spesa di 10 milioni di euro per l’anno 2020.

2) Quali sono le modalità di presentazione della domanda?

1) I soggetti interessati presentano domanda di contributo esclusivamente in via telematica.

2. In fase di presentazione della domanda, i richiedenti autocertificano, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 2000, il possesso dei seguenti requisiti:
a) residenza in Italia;
b) indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità, ordinario o corrente, ai sensi dell’articolo 9 del regolamento di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159.
c) l’iscrizione dei propri figli minori di anni sedici, già esistente alla data del 23 febbraio 2020, presso scuole di musica iscritte nei relativi registri regionali nonché presso cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione, indicando la data in cui la stessa è avvenuta e la denominazione della scuola, banda o coro d) I soggetti interessati allegano alla domanda di contributo la ricevuta del versamento bancario o postale o del pagamento effettuato mediante altri sistemi previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, che attesti la spesa sostenuta di cui all’articolo 1, comma 1 del presente decreto.
e) L’erogazione dei contributi è disposta dalla Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali entro trenta giorni dal termine di scadenza per la presentazione delle domande.
f) Al fine della erogazione del contributo che occupa, gli interessati indicano nella domanda gli estremi IBAN relativi ad un conto corrente bancario/postale agli stessi intestato ovvero cointestato.

3) Quali sono i termini di presentazione della domanda?

Ai sensi dell’articolo 4 dell’Avviso Pubblico, la domanda di partecipazione deve essere compilata ed inviata in via telematica a partire del 15 marzo 2021 ed entro le ore 12 del 15 aprile 2021, a pena di esclusione, utilizzando la specifica applicazione informatica disponibile sul sito internet www.beniculturali.it seguendo le relative istruzioni formulate dal sistema informatico.

Il portale dove poter presentare domanda lo trovate a questo link

 

Alcuni articoli che potrebbero interessarti:


asso360-banner-1

Puoi utilizzare la demo gratuita per un periodo illimitato ed attivare l’abbonamento quando lo riterrai opportuno.

image_pdfVisualizza l'articolo in PDFimage_printVisualizza l'anteprima di stampa